Spedizioni GRATUITE per ordini sopra i 59€. Covid-19 possibili ritardi di consegna.
Carrello 0
0
CARRELLO
PROFILO

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

L'importanza di areare i locali

10/04/2020

Passare molto tempo dentro casa, come stiamo facendo in questo periodo per proteggerci dalla diffusione del SARS CoV-2, impone di prestare più attenzione alla gestione dell’abitazione in modo da mantenere un ambiente salubre. Oltre alla normale pulizia degli ambienti che (quasi) tutti noi facciamo, non ci viene spesso in mente che è necessario anche rinnovare l’aria dei locali in cui viviamo.
La principale funzione di questa azione tanto semplice quanto dimenticabile è quella di smaltire l’umidità che si crea svolgendo le nostre normali attività come cucinare, farsi la doccia e mettere ad asciugare i vestiti oltre che le varie sostanze inquinanti presenti nell’abitazione. Far uscire l’umidità dagli ambienti serve ad evitare che questa condensi sulle pareti creando così un ambiente favorevole alla formazione della muffa. Questa, oltre ad essere antiestetica, come tutti i funghi produce spore che si diffondono nell’ambiente, e che assieme ad altri fattori inquinanti presenti in casa, come ad esempio gli acari, o in questo periodo il polline, e/o varie altre sostanze concorre ad abbassare la qualità dell’aria all’interno dell’abitazione aumentando le possibilità di sviluppare disturbi di tipo respiratorio e dermatiti.
Il ricambio dell’aria serve inoltre a far uscire l’anidride carbonica che si accumula in casa dovuta alla semplice attività di respirazione delle persone che ci abitano.
Il problema del ricambio dell’aria ha iniziato a farsi sentire da quando abbiamo iniziato ad installare nelle nostre case porte e finestre con guarnizioni che non fanno passare l’aria, in quanto finalizzate giustamente a ridurre le dispersioni di calore, eliminando così gli spifferi che ci garantivano quel minimo e continuo arieggiamento.
Solo relativamente di recentemente i progettisti hanno iniziato a proporre l’installazione di sistemi di ventilazione meccanica che garantiscono la riduzione della dispersione di calore e il corretto e costante ricambio d’aria effettuato in modo automatico. Ma la loro diffusione è ancora molto limitata e nella stragrande maggioranza dei casi ci si deve affidare al vecchio metodo che prevede l’apertura delle finestre.

Scopri come effettuare correttamente il cambio di aria nella tua casa!


Alberto Fabio

Ha studiato Pianificazione del Territorio presso l'Università IUAV di Venezia e presso l'Universitat Autònoma de Barcelona. Ha collaborato con l'Agència d'Ecologia Urbana de Barcelona per la progettazione degli spazi pubblici. Fa parte della rete Civic Wise e attualmente lavora come libero professionista occupandosi di progettazione.
Collabora alla didattica presso l'Università IUAV di Venezia nell'ambito del corso di laurea in Architettura, occupandosi di aspetti legati alla mobilità urbana.​​​​​​​
#casa #areare #muffa #dermatiti #respirare #arieggiare