Spedizioni GRATUITE per ordini sopra i 59€. Covid-19 possibili ritardi di consegna.
Carrello 0
0
CARRELLO
PROFILO

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Festa della mamma

10/05/2020

La Festa della Mamma è stata soggetta a varie interpretazioni prima di concretizzarsi nel 1914. Una prima proposta risaliva alla Virginia del 1861 con il Mothers Friendship Day per ricordare la creazione del club di donne per la promozione della collaborazione sociale, dell’istruzione femminile e il miglioramento delle condizioni igieniche personali e domestiche per ridurre la mortalità infantile.

Sempre in America, nel maggio del 1870, venne istituito il Mother’s Day for Peace ad opera dell’attivista newyorkese Julia Ward Howe con lo scopo di porre fine alla guerra. Questa sua prospettiva non piacque granchè, ma venne sostenuta alla sua morte (9 maggio) dalla figlia Ann che, non potendo concepire, volle poterla ricordare come la madre che lei non ha potuto essere. La popolarità di questo evento si propagò per prima negli Stati Uniti (1908) e poi nel resto del mondo, trasformandosi da momento di condivisione in famiglia ad occasione commerciale. Ann non riuscì ad ostacolare questo fenomeno, che rimane tuttora considerato come la Festa dei fioristi.

In Italia questa celebrazione ebbe sempre una connotazione religiosa: si iniziò a celebrare la Giornata Nazionale della Madre e del Fanciullo il 24 dicembre del 1933, mentre dal 1956 si stabilì alla seconda domenica di maggio, cattolicamente mese dedicato alla Madonna.
​​​​​​​
Come per la Festa del Papà, anche per la mamma non c’è una data che accomuna tutti gli Stati, pur essendo un evento civile mondiale.
Basta pensare alla vicina San Marino, dove viene dedicato alla mamma il 15 marzo, mentre per i paesi balcanici si tratta dell’8 marzo e per la maggior parte dei paesi arabi coincide con l’equinozio di primavera (21 marzo).

Per Say Mooom, celebrare la mamma è celebrare la vita!
Tutto l’entourage familiare è estremamente importante per la crescita di un bambino, ma la mamma ci porta in grembo, si instaura con lei una complicità a primo sguardo. La mamma capisce che stiamo male anche senza guardarci, solo ascoltando il tono di voce. La mamma sta male come o più di noi per i dispiaceri che ci accadono, dalla perdita del giocattolino preferito all’esame andato male. La mamma ci rimprovera e ci vizia con quel modo che solo lei ha. Non ne siano gelosi gli altri, ma il primo amore non si scorda mai! ^_^
​​​​​​​
Scopriamo insieme come festeggiarla con dei regalini a misura di bimbo!
Fiorellini di carta
#festa #tutorial #lavoretti #bambini #mamma #maggio