Qualità, esperienza d’acquisto ed empatia. I clienti ci adoreranno per questo! Spedizioni GRATUITE per ordini sopra i 69€.
Carrello 0
0
CARRELLO
PROFILO

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Mal di testa in gravidanza

04/04/2022

Lo stress, i ritmi frenetici della vita, la postura spesso contratta e il sonno altalenante sono i principali responsabili del mal di testa.

Le donne sono maggiormente colpite poiché soggette alla variazione ormonale legata al ciclo mestruale e la gravidanza è sicuramente un’ottima motivazione per avere un’abbondante scarica di ormoni.
 

 
Nel primo trimestre la cefalea può essere associata alla nausea gravidica e al recente aumento del sangue circolante, indispensabile per la formazione del feto.
 
 
Anche i disturbi del sonno incidono: gli ormoni, l’eccitazione per il futuro, le minzioni notturne…ma anche il cambio dell’abituale posizione assunta a letto, non permettono un sonno duraturo e senza interruzioni, provocando tensione su tempie e palpebre da carenza di riposo.
 
 
 
 

Preclampsia

 
Tecnicamente questo disturbo gravidico prevede l’aumento della pressione sanguigna arteriosa e della concentrazione di proteine nelle urine.
 
Il fenomeno interessa il 5-10% delle future mamme, specie se affrontano la prima gravidanza, intorno alla 20° settimana di gestazione (dal 4°-5° mese) per risolversi autonomamente, ma sotto supervisione del medico, entro 6-12 settimane dal parto (in ogni caso entro i primi 3 mesi dalla nascita).
 
Il primo campanello d’allarme è appunto il mal di testa dovuto dall’ipertensione, seguito da ritenzione idrica, incremento del peso e nausea, che in alcuni casi richiedono il monitoraggio medico. Nei casi meno gravi è importante stare a riposo, diminuire il sale aggiunto ai cibi, aumentare l’assunzione di potassio che bilancia l’eccesso di sodio e tenere nota dei valori della pressione.
 
 
  
La cefalea è molto comune, ha diversi gradi d’intensità, si dissolve spontaneamente oppure richiede interventi medicinali più mirati. Durante la gestione si sconsiglia l’assunzione di farmaci, se non strettamente necessario e sotto supervisione medica, di conseguenza è bene concentrarsi su rimedi più naturali e duraturi nel tempo.
 
Valutiamoli insieme!


 

Rimedi naturali al mal di testa in gravidanza



 

1.

Bere molta acqua

2.

Regolare il sonno

3.

Passeggiare all'aria aperta

4.

Yoga e tecniche di rilassamento

5.

Auto-massaggio

 

Bere molta acqua


Una persona adulta dovrebbe bere intorno a 1 litro e mezzo - 2 litri di acqua al giorno con temperature medio masse, per arrivare a 2 litri e mezzo durante le calure estive. In gravidanza si consiglia di bere almeno 2 bicchieri d’acqua in più al giorno per soddisfare il fabbisogno di mamma e feto.
 
La corretta idratazione in gestazione allontana l’insorgenza del mal di testa, riduce le infezioni alle vie urinarie, regola l’intestino e previene le emorroidi.
 
 
 

Regolare il sonno

 
L’insonnia è soggettiva e rappresenta il primo fattore scatenante della cefalea, perché non permette alla mente di riposare a sufficienza. È un elemento frequente durante tutta la gestazione in quanto i primi 3 mesi sono caratterizzati dalle nausee, in seguito si nota un aumento delle minzioni notturne e diurne, e nonostante dalla 24° settimana il corpo inizi gradualmente ad aumentare la produzione di melatonina, gli scossoni ormonali non consentono di godere di un sonno ristoratore.

Ricorrere a dosi supplementari di melatonina o camomilla, dalle note proprietà rilassanti, potrebbero condizionare lo sviluppo del feto. È importante non abusarne e interpellare il proprio medico per un consiglio mirato.

Un ulteriore disturbo del sonno è caratterizzato dall’obbligo ad assumere la postura semi-laterale sul lato sinistro per favorire l’ossigenazione e la corretta circolazione del sangue al feto. Il cuscino per il sonno in gravidanza è il supporto che salverà le tue nottate, garantendoti di mantenere la posizione per tutta la durata del tuo riposo e dare sollievo alla schiena.

 
cuscino gravidanza Poofi

Cuscino gravidanza

Poofi

L'area morbida sostiene testa e pancia. L'area rigida solleva le ginocchia e scarica la pressione sulle anche. 100% cotone organico.
​​
€ 73,99
 
 




Passeggiate all’aria aperta

 
L’esercizio fisico è da sempre la valvola di sfogo più salutare per la prevenzione del mal di testa, a maggior ragione se viene svolto all’aperto. Non bisogna abusarne durante la gravidanza, quando si consiglia una passeggiata quotidiana di circa 30 minuti.

L’endorfina prodotta durante l’attività va a beneficio dell’umore della mamma, aiuta a mantenere sotto controllo peso e glicemia e previene i disturbi di obesità infantile nel neonato.
 
 
 

Yoga e tecniche di rilassamento
 

Lo yoga prenatale rientra tra le attività motorie consentite. Non sarà possibile ricreare tutte le posizioni nelle quali ti cimentavi prima di essere incinta, ma sarà un valido aiuto per alleviare i disturbi come mal di schiena, gambe gonfie, la nausea. Inoltre le tecniche di respirazione favoriscono il rilassamento, favoriscono l’addormentamento, prevengono le cefalee e preparano al parto.

 

 

Auto-massaggio

 
Spesso il mal di testa si manifesta da contratture a livello cervicale e puoi dedicarti all’auto massaggio delle due fasce laterali poste sotto al capo, dietro alle orecchie. Con la crema rilassante alla lavanda, imprimi una pressione che vada dal basso verso l’alto e stendi il collo.
 
Con un dolore proveniente dalla fronte e dagli occhi, disegna dei cerchi sulle tempie con un po’ di unguento, aumentando la pressione per qualche secondo.
 
Con i pollici poi, puoi andare a comprimere le sopracciglia ai lati del naso: chiudi gli occhi e premi dal basso verso l’alto contro l’arcata sopraccigliare per qualche secondo. L’estratto di lavanda verrà captato dalle narici aiutando l’organismo a calmarsi anche con l’aromaterapia.
 
Si consiglia anche un massaggio craniale nel caso di forte emicrania, puntando le dita di entrambe le mani sul cuoio capelluto e aumentando gradualmente la stretta. L’uso dell’unguento alla lavanda amplifica i risultati di questa tecnica…assicurati solo di avere il tempo per lavarti i capelli successivamente!
 

crema unguento alla lavanda Eletta

Crema unguento alla Lavanda

Eletta

Un prodotto per mille applicazioni. L'estratto naturale di lavanda lenisce e rilassa.
​​​​
€ 16,00
 


È un prodotto dalle molteplici proprietà: rilassante, decontratturante per muscoli doloranti, lenitivo di arrossamenti, scottature, per ammorbidire cicatrici…
Perfetta come dopobarba per gli uomini, come crema notte per chi soffre di pelle secca soprattutto durante le stagioni fredde e per alleviare i sintomi di raffreddamento anche nei bambini, con un’applicazione su torace, schiena, narici e piedi.
 
È completamente naturale sia nella composizione che nella lavorazione dei componenti, tanto da renderla ingeribile, ed essere un potente alleato contro le gengive infiammate negli adulti e nei bambini alle prese con i denti da latte!
 


Leggendo tutte queste cure naturali, a noi il mal di testa è passato! Prova e facci sapere :)

#cefalea #malditesta