Qualità, esperienza d’acquisto ed empatia. I clienti ci adoreranno per questo! Spedizioni GRATUITE per ordini sopra i 59€.
Carrello 0
0
CARRELLO
PROFILO

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Esistono rimedi naturali per curare i brufoli in gravidanza?

16/11/2020

Dicono che in gravidanza la pelle abbia un aspetto radioso! Sì, ecco...in realtà non è così per tutte.
Capita soprattutto a chi durante il periodo della pubertà ha sofferto di acne, di avere buone probabilità che questo disturbo riemerga durante la gravidanza, in forma più o meno importante.
Che fortuna, vero? 

Prima di disperarti rivivendo quei momenti di sofferenza allo specchio, sappi che ci sono alcuni stratagemmi per combatterli, rimedi per curarli e best practices.


La prima causa dei brufoli è...la gravidanza!

Tieniti pronta: i brufoli compaiono di solito nel primo trimestre e potrebbero accompagnare la mamma durante tutta la gravidanza, per scomparire solo alcuni mesi dopo la nascita del bebè. 
Come per la pubertà, son sempre gli ormoni ad avere la loro dose di colpa: proprio quando avvengono i maggiori cambiamenti a livello ormonale notiamo l’insorgenza di questi antipatici e antiestetici brufoletti, cosa che avviene, appunto, nel primo trimestre.

Il viso, in particolare naso e guance, è la loro zona prediletta per manifestarsi.  A volte si estendono anche schiena e braccia; in alcuni casi può diventare una vera acne gravidica, che oltre a creare un notevole disturbo estetico, può essere altamente fastidiosa a causa del prurito che provoca nella mamma.
​​​​​​​
​​​​​​​

Cosa fare se si manifestano i brufoli in gravidanza

Sia che il disturbo sia lieve sia che sia più importante è bene seguire alcune semplici regole:
  1. Non toccarsi il viso con le mani sporche
  2. Non cercare di strizzare i brufoletti per non andare incontro a infezioni
  3. Mantenere una buona pulizia delle zone interessate attraverso una detersione delicata. Idrata in seguito con una buona crema viso purificante
  4. Non strofinare la pelle con asciugamani ma tamponare per non dare irritazione
  5. Usare dei cosmetici naturali che contengano componenti dalle proprietà astrigenti e antinfiammatorie come l’aloe vera e l’amamelide. Dai un'occhiata a Mousse antiacne e Siero viso concentrato sebonormalizzante di Alkemilla
  6. Fare attenzione al make up: non usare prodotti occlusivi o comedogenici. I correttori naturali possono aiutare a camuffare rossori e piccole cicatrici senza peggiorare la situazione!
  7. Se il problema non è gestibile con i cosmetici naturali rivolgersi al proprio ginecologo che saprà dare i farmaci corretti tenendo conto del periodo di gravidanza*


La pelle rivela se sarà maschio o femmina!

Nei tempi che furono non c’era modo di sapere in anticipo il sesso del nascituro e quindi ci si affidava ad alcune credenze come la forma della pancia, le nausee e...sì, anche ai brufoli!
L’aspetto della pelle delle mamma era rivelatore: se la mamma soffre di acne in gravidanza il nascituro sarà maschio. Ma non farei affidamento al 100%: in alcune regioni d’Italia si dice l’esatto opposto, che sarà femmina in quanto la bimba ruba la bellezza alla mamma!


*Si raccomanda sempre di non assumere farmaci in gravidanza, vietato il fai da te, contatta il tuo medico di riferimento