Spedizioni GRATUITE per ordini sopra i 59€. Covid-19 possibili ritardi di consegna.
Carrello 0
0
CARRELLO
PROFILO

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Skin to skin a casa

24/03/2020

Lo skin to skin, abbiamo detto nei precedenti articoli, è molto importante sia per la mamma che per il neonato perché si conoscano, si tocchino e si annusino a vicenda.

Abbiamo anche visto come lo skin to skin cioè il contatto pelle a pelle favorisca il bonding, il legame che va a instaurarsi subito dopo il parto tra la mamma e il bimbo e che fa sì che la mamma si prenda cura, nutra e accudisca il piccolo bimbo.

La pratica del pelle a pelle però non è da riservare solo alle prime due ore di vita del bambino subito dopo il parto, ma può essere una pratica da coltivare anche nell’intimità della propria casa, infatti il momento dell’allattamento al seno può essere una buona occasione per la mamma e anche i papà potranno dedicarsi a questa pratica portando il piccolo sul loro petto mentre sono distesi sul lettone o sul divano o seduti in una comoda poltrona.

Il contatto può essere poi prolungato anche tutto il giorno grazie all’uso delle magliette e alle fasce per il baby wearing che sono uno strumento molto efficace per la serenità dei bambini.

Si è visto infatti che i bambini portanti con la fascia piangono di meno, sono più tranquilli e le mamme hanno le mani libere per svolgere le proprie attività.

Affronteremo a  breve l’argomento fasce con un post dedicato, stay tuned!
 
Guarda anche:
Skin to skin dopo il cesareo
Skin to skin top per prematuri e mamma Kangarou
Skin to skin col papà
Skin to skin: scopri perché richiederlo al momento del parto
#parto #nascita #pelle #skin #mamma #bambino #neonato #casa